Competenza adozione ordinanza ingiunzione (marzo 2019)

DOMANDA

Chi è il soggetto competente ad emettere le ordinanze di ingiunzione ai sensi dell’art. 18 della legge n. 689/1981 nel caso di violazioni al vigente regolamento comunale dei servizi di raccolta differenziata e smaltimento rifiuti solidi urbani e assimilati.

In particolare si chiede se, con l’entrata in vigore del TUEL 267/2000, possa ritenersi tuttora sussistente in capo al Sindaco la competenza ad emettere le ordinanze in questione, oppure se la stessa debba essere rimessa al responsabile dell’area amministrativa (ove è incardinato il servizio vigilanza), tenuto conto che l’agente di polizia municipale di cat. C ha presentato al Sindaco il rapporto ai fini dell’adozione dell’atto in questione.

 

RISPOSTA

Sulla base della giurisprudenza e della dottrina consolidate le competenze attribuite agli organi di governo, ivi compreso il sindaco, dalla normativa previgente al DLgs n. 267/2000 si devono ritenere assegnate al soggetto competente in base all’applicazione del principio della distinzione delle competenze tra organi di governo e dirigenti. Per cui se si tratta di competenze gestionali, il soggetto cui spetta l’adozione dei relativi atti è il dirigente ovvero il responsabile.

Nel caso specifico mi pare evidente che si tratta di un compito gestionale, per cui a mio avviso la competenza spetta al responsabile, nel caso specifico dell’area amministrativa.