Regolamento uso automezzo proprio (anno 2014)

IL REGOLAMENTO PER L’USO DEGLI AUTOMEZZI NELLE TRASFERTE

Articolo 1

Principi generali

Per lo svolgimento delle trasferte il personale dipendente dovrà prioritariamente utilizzare i mezzi di trasporto di proprietà dell’Amministrazione, se disponibili, o il mezzo di trasporto pubblico.

Articolo 2

Uso dell’automezzo proprio

I Dipendenti sono preventivamente autorizzati dal Dirigente all’utilizzo del proprio mezzo di trasporto in sostituzione del mezzo pubblico nei seguenti casi:

  • quando non risultino disponibili per lo svolgimento della trasferta mezzi di proprietà comunale;
  • quando l’uso del mezzo proprio risulta per l’Ente più conveniente del mezzo pubblico in termini economici o organizzativi, sulla base di una valutazione effettuata direttamente e formalmente dal dirigente;
  • quando l’uso del mezzo pubblico determina conseguenze non positive sulla qualità del servizio, sulla base di una valutazione effettuata direttamente e formalmente dal dirigente;
  • quando gli orari dei servizi pubblici sono inconciliabili con gli orari di servizio e di svolgimento della trasferta, sulla base di una valutazione effettuata direttamente e formalmente dal dirigente;
  • quando il luogo della trasferta è difficilmente raggiungibile con il mezzo pubblico o manchi del tutto, sulla base di una valutazione effettuata direttamente e formalmente dal dirigente.

In nessun caso è possibile il trasporto sul mezzo dell’ente o proprio (utilizzato per servizio), di persone non autorizzate.

Articolo 3

Rimborso delle spese

Al dipendente inviato in trasferta spetta il rimborso delle spese sostenute per il viaggio di andata e ritorno debitamente documentate e giustificate, di seguito specificate:

  1. in caso di utilizzo del mezzo pubblico:

rimborso del biglietto, ivi compreso il costo della prenotazione ove prevista

– rimborso della spesa del taxi e di altri mezzi di trasporto urbani purché adeguatamente motivata e documentata.

 

  1. b) in caso di utilizzo del mezzo dell’Amministrazione:
    • pagamento dell’eventuale pedaggio autostradale e delle altre spese eventualmente sostenute per carburanti, lubrificanti ed altre occorrenze;
    • pagamento del parcheggio e della custodia del mezzo purché adeguatamente giustificati e documentati;

 

  1. c) in caso di autorizzazione all’uso del mezzo proprio:
  • se la utilizzazione è motivata dallo svolgimento di attività di vigilanza, ispettive o di controllo, nella misura di 1/5 del costo di un litro di benzina per km;
  • negli altri casi, nella misura del costo della tariffa del mezzo pubblico di trasporto per lo stesso percorso;
  • in tutti i casi il pagamento dell’eventuale pedaggio autostradale; del parcheggio e della custodia del mezzo purché adeguatamente giustificati e documentati;

Articolo 4

I dirigenti

Le presenti norme sono applicabili alla disciplina delle trasferte effettuate dal Dirigente, previa autorizzazione del Segretario

Articolo 5

Disposizioni finali

Il presente regolamento non si applica nel caso di convenzione di segretaria al segretario, e non si applica né ai dirigenti nè al personale impegnato nelle gestioni associate.

Per quanto non disciplinato dalle presenti norme regolamentari si fa rinvio alle vigenti discipline contrattuali e di legge in materia. In caso di successive modificazioni contrattuali e/o legislative le presenti norme dovranno ritenersi automaticamente adeguate.