L’autorizzazione ex comma 557 legge 311/2004

DOMANDA

Avrei bisogno di un suo parere in merito a una richiesta di autorizzazione ai sensi dell’art 1 comma 557 legge 311/2004.

Riceviamo in Comune una richiesta di autorizzazione per una collaborazione ai sensi della normativa sopra indicata per una responsabile PO da effettuarsi presso una Unione di Comuni da effettuarsi al di fuori dell’orario di lavoro per un max di 12 ore settimanali.

Le chiedo chi deve rilasciare l’autorizzazione alla dipendente? il Segretario Comunale, il Sindaco o la Giunta?

tale autorizzazione può essere negata in modo generico? (per esempio facendo riferimento alle esigenze di servizio?) e quali possono essere le esigenze di servizio che possono incidere sull’impiego del tempo extra orario di lavoro  di un dipendente?

 

RISPOSTA

Il rilascio dell’autorizzazione è, ad avviso dello scrivente, un’attività gestionale, per cui la competenza deve essere posta in capo ad un responsabile e/o al segretario. Trattandosi di una posizione organizzativa pare opportuno l’intervento del segretario. L’organo di governo, sindaco o giunta, possono impartire delle direttive.

Il rigetto della richiesta va motivato e la motivazione non deve avere un contenuto generico, quali i carichi di lavoro e/o le esigenze di servizio, ma deve fare riferimento, a motivazioni più analitiche, quali la descrizione di specifiche attività aggiuntive che devono essere effettuate, pregresse richieste di potenziamento dell’ufficio etc.