Indennità di risultato e mancata assegnazione obiettivi

DOMANDA

A causa di ritardi dell’Amministrazione subentrante a seguito delle nuove elezioni, nonchè dell’avvicendarsi di vari Segretari comunali, ai Responsabili dei Servizi non sono stati assegnati, nel 2015, obiettivi specifici.

 

Esiste un modo per provvedere alla retribuzione di risultato in favore dei responsabili dei servizi, anche nella misura minima, se si attesta che sono stati realizzati i programmi inseriti nel bilancio 2015 e nella varie delibere di giunta e consiglio?

 

Sussiste una responsabilità della Giunta e/o del Segretario per la mancata adozione del PEG?

 

 

RISPOSTA

La risposta è negativa. La giurisprudenza della Corte dei Conti ha stabilito in modo consolidato che la valutazione e la conseguente erogazione della indennità di produttività a dipendenti e responsabili nonchè a segretari in caso di mancata assegnazione preventiva di obiettivi è da ritenere illegittima. I giudici del lavoro, dinanzi a ricorsi, possono valutare se sussista in tali casi la possibilità di riconoscere una forma di indennizzo ai responsabili e/o al personale e/o al segretario. Non risultano sentenze con cui sia stata accertata la maturazione di responsabilità amministrativa in tali casi.